Elezioni, Renzi: faremo il Terzo polo, meglio se con Calenda. Conte: mai con il Pd

02/08/2022 11:49

Elezioni, Renzi: faremo il Terzo polo, meglio se con Calenda. Conte: mai con il Pd

Il centrosinistra trascorre questi primi giorni di campagna elettorale impegnandosi nel gioco dei posozionamenti. Sulla questione Letta-Calenda si legga altro articolo sul sito, per quanto riguarda gli altri si registra una intensa attività. "Noi siamo talmente liberi e coraggiosi che siamo pronti ad andare da soli e fare il terzo polo, meglio soli che male accompagnati, ma il terzo polo con Calenda sarebbe un'ottima idea. Saranno loro a decidere", ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ospite di Rtl 102.5. "Noi dobbiamo concentrarci in questo agosto sulla politica. In questo momento i dirigenti politici stanno cercando di capire se tornano in Parlamento, su come si fa per far scattare il seggio, questa volta ci sono meno posti di prima", ha aggiunto Renzi sottolineando che "un'alleanza con dentro tutto e il contrario di tutto non è la nostra casa. Il mio obiettivo è prendere il 5%, chi vota noi non vota pasticci". Il Movimento 5 stelle invece non guarda in faccia a nessuno, soprattutto ai democratici. "Il Pd non può pensare di umiliare e mancare di rispetto ai suoi alleati e poi, se si trova in difficoltà, tornare da noi e fare cartelli elettorali. Deve assumersi le sue precise responsabilità", ha dichiarato il presidente del Movimento 5 stelle Giuseppe Conte ai microfoni di "Radio anch'io" su Rai Radio1. "Il Pd dovrà spiegare ai suoi elettori perchè ha buttato fuori dal governo il M5S, perchè ha abbracciato questa agenda Draghi senza conoscerla, perché accetta persone come Fratoianni che non ha votato la fiducia per 53 volte", ha aggiunto Conte.

Più facili le cose nel centrodestra anche se, come prevedibile, il leader della Lega, Matteo Salvini, cerca di prendersi tutta la scena. "E' giusto presentarsi agli italiani con una parte della squadra. Chiederò a Meloni e a Berlusconi che alcuni ministri importanti il centrodestra li presenti con nome e cognome agli italiani", ha detto il leader della Lega Matteo Salvini intervistato a Morning news su canale 5. "Io faccio quello che gli italiani mi chiederanno di fare. Sicuramente se la Lega tornerà a occuparsi, con chiunque, a prescindere di Matteo Salvini, di lotta alla mafia, di sicurezza, di immigrazione clandestina, la Lega ha dimostrato che lo sa fare", ha aggiunto.